CRUISING SAIL BOAT CROCIERE IN BARCA A VELA
                         CRUISING  SAIL  BOAT                   CROCIERE IN BARCA A VELA

FILOSOFIA DELLE CROCIERE IN BARCA A VELA IN CROAZIA

In questa pagina vorrei raccontarvi del mondo della vela e del principio ispiratore, che oggi viene definito " mood " delle nostre  CROCIERE IN BARCA A VELA IN CROAZIA ho pensato di inserirci alcuni articoli pubblicati o in corso di pubblicazione sulle varie riviste nautiche con le quali collaboro, articoli che soprattutto raccontano di Voi, degli equipaggi che si alternano sulla nostra flotta  e  che nel lasciare il loro segno contribuiscono a formare quella che, parafrasando Carlo Sciarrelli , il grande creatore di barche triestino, è l'anima delle barche più ho amato anche se il Borderless  è un  Grand Soleil 52' è stato progettato da German Frers.

     Le barche hanno un'anima.  Lo si sa.Lo dicono tutti. Anche il più scettico uomo del mondo, con cui bisognerebbe stare bene attenti a incominciare un discorso sull'anima dell'uomo, non batte un ciglio a questa asserzione.

Non tutte però. Un gommone non ha un'anima. Non ce l'ha un quarter ton in fibra di carbonio e con la poppa senza specchio, non ce l'ha un portacontainer di duecenticinquanta metri. Ma forse non sono barche. Forse ho trovato la definizione di barca. Una cosa fatta per galleggiare che ha l'anima. Le altre sono solo galleggianti.

L'anima è in tutta la barca. Immaginiamo una bella vecchia barca, diciamo dell'inizio del secolo. Il bittone di prua ed il bompresso si vede che hanno un'anima, l'attrezzatura con boma e picco ed alberetto ha un'anima. E quest'anima è contenta e gode di stare dovunque, sugli alberi ed in coperta, nel salone a pannelli di radica e nel gavone di prora. Dovunque.

Poi, un giorno, gli alberi vengono tolti, segati a fette e bruciati, e la barca si trova addosso una attrezzatura marconi stile Rorc degli anni Cinquanta. Pazienza, l'anima non va più negli alberi e rimane in coperta.

Un altro giorno viene messo a prua un nuovo verricello, elettrico ad asse orizzontale, vengono tolti i paranchi delle scotte e messi dei winch a tre velocità, vengono tolte le gruette e viene messo in coperta il gommone. L'anima si ritira sotto e da quel giorno non esce più. Poi l'arredamento delle cabine viene reso più ammiccante col letto matrimoniale, e di plastica un poco qua e là per ottenere una doccia ed un frigo.

L'anima si è ormai ritirata nel salone con i pannelli di radica e non si muove più. Ma c'è ancora.

Basta molto poco all'anima di una barca. Non se ne va neanche se entrano nel salone e mettono i divani di plastica. Gli basta l'ultimo pannello di radica e rimane li dietro in letargo. Uno stipo con la portina in cristallo, un bracciolo lavorato a ricciolo di un divano gli basta.

Immaginiamo il peggio. Un giorno, hanno toccato quasi tutto meno il bracciolo a ricciolo dove si è rintanata l'anima della barca e spaccano anche quello. Basta, è finita.

Quella barca da quel momento non ha più l'anima.

Dopo magari arriva un ricco signore italiano, compra quello che resta, ci butta dentro due miliardi e rifà tutto secondo un grandioso studio di un noto architetto. Ma non c'è niente da fare. L'anima una volta che è andata via, non torna più. Bastava lasciare in pace quel bracciolo. Ma non è stato fatto.

Questo oggetto meraviglioso, fiammante e costosissimo, non ha e non avrà mai più l'anima.

Questo è quanto io dico a chi mi chiede consigli sul caso di fare o non fare un restauro. Se non ha più l'anima non si fa e basta. Se ce l'ha ancora ma l'ultimo rifugio, il bracciolo, il pannello, la portina, vengono tolte e rifatte anche loro, anche se uguali, l'anima fugge e non torna più.

E' un fiore delicatissimo l'anima. E con un brutto carattere.

                                                                   Carlo Sciarrelli

                                                                                                 da “ LO YACHT “ ed 1998 pag. 458

Buongiorno Capitano

Innanzitutto  ti devo  un ringraziamento  per  la splendida crociera   del 2 Giugno .
E' stata un'esperienza  veramente piacevole . Ho  apprezzato lo spirito e la  professionalità con cui l'hai organizzata. Sono state giornate   veramente fantastiche    che  mi hanno permesso di gustare un po' di spirito  di mare. Purtroppo dopo la crociera  non sono più riusciuto   ad  avere  un momento da dedicare alla vela  anzi  mi scuso per  il ritardo  con cui ti invio  i  ringraziamenti.
Spero che  la stagione  proceda al meglio e che abbia avuto un po' di tempo  per  gustarti  qualche  cockail   a base ovviamente  di amaretto di Saronno.
Mi piacerebbe proseguire  con l'esperienza  velica  e partecipare  alla  prossima  Barcolana. Hai ancora una disponibilità ? L'imbarco e il ritorno sono  sempre previsti  a San Giorgio ?
Mi manderesti eventualmente maggiori dettagli e costi ?
Ti  ringrazio e  ti mando un  cordiale saluto . A presto , Pietro

Isole Incoronate - Giugno 2013

Ciao, è stata una settimana piacevole, rilassante, poco vento ma bagni straordinari, accompagnati da una cucina a volte degna della guida Michelin. Ciao Ivano

Contattateci

info@crocierebarcavela.it

mob. +39 346 75 41 903   Italia

 

mob. +39 339  86 84 476   Italia

mob. +385 91 72 03 484   Croazia

PROGRAMMA CROCIERE

                    2018

www.cruisingsailboat.eu

www.crocierebarcavela.com

www.crocierebarcavela.it

www.segelurlaub.website

 

 offre vacanze in barca a vela con skipper / Cuoco con un servizio di 

               cucina a 5 stelle

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© CRUISING SAIL BOAT d.o.o.j. Budislaviceva 1 HR-21220 Trogir Hrvatska